Cantina

Cantina

Vini ricchi di eleganza e carattere

˝Dicono che il carattere unico del vignaiolo sia racchiuso in una singola bottiglia di vino di Renčel. La sua irripetibile simpatia, l'entusiasmo sfrenato, la curiosità infinita e la sofisticata intelligenza˝.

Crediamo che i vini bianchi macerati debbano conservare le loro caratteristiche varietali, perciò adattiamo sempre la macerazione alla varietà. Questo processo dura dai dieci ai quattordici giorni per la Malvasia e la Vitovska e i soli tre giorni per il Sauvignon. La fermentazione avviene spontaneamente con l'aiuto di lieviti indigeni presenti sull'uva in vigneto. Il vino viene poi fatto maturare per almeno due anni in un contenitore di legno e successivamente affinato in bottiglia.

macerazione

Macerazione tradizionale per vini bianchi

Macerazione tradizionale per vini bianchi Buccia e midollo, qui si trovano molte sostanze, tra cui i coloranti. Il procedimento, noto principalmente nella produzione dei vini rossi, è per noi estremamente importante anche nel caso dei vini bianchi o arancioni, come spesso vengono chiamati. molto di più. Con anni di maturazione, tali vini acquisiscono il loro carattere unico.

Un processo considerato tradizionale nel nostro Paese. Anche i nostri antenati sfruttavano i benefici della macerazione. Questo non solo ha facilitato la pigiatura delle uve, ma il vino ha anche ottenuto una protezione naturale grazie all'aumento del numero di conservanti naturali.

fermentazione

Fermentazione spontanea

Prima di iniziare la macerazione, prepariamo un allegato di lievito - il cosiddetto Pied de cuve. Si tratta di una pre-raccolta di uve mature da cui si prepara il mosto, dove inizia la fermentazione con l'ausilio dei lieviti autoctoni, che le uve portano dal vigneto. Più tardi ci serve come attaccamento bollente.

Per quanto riguarda gli orange wine, difendiamo il punto di vista che il vino deve conservare la sua varietà, quindi adattiamo la macerazione alla varietà. Alcune varietà come Malvazija e Vitovska vengono macerate per 10-14 giorni, con Sauvignon solo 3 giorni.

La macerazione avviene in tini aperti e non è termoregolata.

Dopo la macerazione, il vino matura in botti di rovere, dove le fecce svolgono un ruolo importante. Questi lieviti morti influiscono sull'andamento della fermentazione malolattica, i vini sono chimicamente più stabili e il consumo di zolfo nel vino è ridotto. Sono più ricchi di estratto e più rotondi e pieni.

I nostri vini bianchi maturano in contenitori di legno per almeno 2 anni. I vini rossi vengono invecchiati in contenitori di legno per almeno 3 anni e i vini dolci da uve appassite vengono invecchiati per almeno 8 anni o più. Poiché siamo fautori del minimo intervento, non filtriamo nemmeno i vini in cantina. Così il vino rimane in un recipiente di acciaio inox per almeno 6 mesi, dove viene ripulito dalle particelle dure con l'aiuto della gravità. Il vino matura per almeno altri 6 mesi in bottiglia.

Vino ottenuto da uve appassite

Le uve accuratamente selezionate vengono appassite in cassette per un massimo di cinque mesi. L'uva perde più di tre quarti del suo peso originale. Zucchero, acidi e altre sostanze sono concentrate. Dopo una pigiatura soffice rimane solo l'essenza, il mosto, che viene trasformato in vino attraverso una lunga fermentazione.

Poiché i lieviti non possono più trasformare lo zucchero in alcol a un certo punto, muoiono. Il risultato è un vino con un'eccezionale concentrazione di zuccheri oltre alla freschezza, essenziale per i vini dolci. Il vino matura in barrique da 8 a 15 anni. Ciò conferisce al vino un'incredibile complessità e concentrazione di aromi e sapori.